Secchezza Oculare

La secchezza oculare è un disturbo determinato da un’alterazione del film lacrimale, dovuta a una sua scarsa produzione o eccessiva evaporazione. È uno dei motivi più comuni per cui si richiede la visita all'oculista. Una varietà di problemi possono contribuire o causare la patologia. Alcuni sono collegati all’età, altri all’ambiente. È una patologia comune e curabile.

Diagnosticare la secchezza oculare

La secchezza oculare può essere causata da numerosi fattori, sia fisici che ambientali. Una causa comune è quando la ghiandola lacrimale diminuisce la produzione di lacrime – una circostanza frequente che si presenta con l’età, soprattutto nelle donne soggette a sbalzi ormonali.

La qualità delle lacrime può anch’essa essere una causa della secchezza oculare. Le lacrime normali sono composte da tanti elementi distribuiti su tre strati: lo strato acquoso, lo strato mucoso e lo strato lipidico. Questi tre strati formano  una sottile pellicola chiamata film lacrimale, distribuita uniformemente sulla superficie dell’occhio, che idrata l’occhio evitando la secchezza oculare. Il film lacrimale (o lacrima) è essenziale per la protezione, il nutrimento e l’efficienza dei nostri occhi: una sua alterazione può dare disagi di lieve entità, ma possono peggiorare nel tempo dando luogo ad infiammazione e a sofferenza della superficie oculare.

La diminuzione della produzione di lacrime può essere associata all'assunzione di farmaci, come antistaminici, pillole anticoncezionali, diuretici, farmaci cardiovascolari, antinfiammatori e analgesici, o a patologie, come diabete, artrite reumatoide, problemi alla tiroide o dalla sindrome di Sjogren. L’aumentata evaporazione può essere invece legata ad una cattiva congruità o ad una lassità delle palpebre e ad effetti collaterali di colliri con conservanti che, distruggendo il film lipidico, fanno aumentare la perdita di acqua.

Le Cause della secchezza oculare

Le cause più comuni che possono determinare la secchezza oculare includono:

  •     Utilizzo prolungato del computer
  •     Permanenza in ambienti chiusi con aria climatizzata
  •     Fumo di sigaretta
  •     Occhi esposti ad agenti atmosferici (vento, sole), smog, acqua contenente cloro (piscina), acqua marina salata
  •     Bevande alcoliche o caffeina
  •     Utilizzo di lenti a contatto
  •     Età, squilibri ormonali e malattie sistemiche
  •     Interventi chirurgici all’occhio

Sintomi della secchezza oculare

A prescindere dalle cause, i segnali e i sintomi sono simili. Un oculista può diagnosticare la secchezza oculare attraverso un esame completo , osservando il flusso e la  qualità delle lacrime, oltre ad esaminare la cornea e le palpebre per i seguenti sintomi:

  •     Rossore
  •     Irritazione
  •     Prurito o bruciore
  •     Occhi vitrei (privi di colore e lucentezza)
  •     Difficoltà ad indossare le lenti a contatto

L’oculista valuterà la condizione dei vostri occhi per determinare la causa della secchezza oculare.

Trattamenti della secchezza oculare

La secchezza oculare è curata in vari modi, per aiutare ad attenuare i sintomi o curare le cause che la determinano. Le cure più comuni includono:

  •     Minimizzare la secchezza: evitare ambienti con aria secca, come stanze surriscaldate, con aria condizionata o ambienti con fumo. All’esterno, indossate occhiali avvolgenti per ridurre l’evaporazione del film lacrimale determinata dal vento. All’interno, cercate di arieggiare regolarmente l’ambiente in cui ci si trova.
  •     Controllare l’alimentazione: adottare un regime alimentare che preveda un apporto maggiore di omega3 (es. pesce, molluschi) e vitamine del complesso B (es. latte, uova)
  •     Sostituti lacrimali: generalmente utilizzate per attenuare la secchezza oculare

Online Beratung - form

Online Beratung - page
Checkboxes
Disclaimer*